Come nasce il gruppo

Da quando, nel 1992, è stato istituito, con la legge 225/92, il Servizio Nazionale della Protezione civile, anche le nostre Associazioni si sono strutturate per essere pronte a fronteggiare le grandi emergenze, attraverso la creazione dei Gruppi di Protezione Civile.
Molto è stato fatto da quella data, soprattutto in termini di organizzazione ed integrazione delle risorse.

Il coordinamento Provinciale dei Gruppi di Protezione Civile, nato cinque anni orsono, è un frutto di questo lavoro.

Attraverso questa struttura, allertabile in ogni momento delle 24 ore, 365 giorni all'anno, unico riferimento a livello la gestione dei Gruppi appartenenti alle varie Pubbliche Assistenze, vengono attivate in pochi minuti le risorse necessarie.

I Gruppi di Protezione Civile appartegono alle seguenti associazioni:

ASSISTENZA PUBBLICA PARMA

ASSISTENZA PUBBLICA BORGO VAL DI TARO

ASSISTENZA PUBBLICA VARSI

ASSISTENZA PUBBLICA LANGHIRANO

ASSISTENZA PUBBLICA COLORNO

ASSISTENZA PUBBLICA NOCETO

ASSISTENZA PUBBLICA FIDENZA

ASSISTENZA PUBBLICA FORNOVO

ASSISTENZA PUBBLICA BUSSETO

ASSISTENZA PUBBLICA TRAVERSETOLO

UNITA’ CINOFILE S.O.S. LANGHIRANO

ASSOCIAZIONE SEIRS

titolo
Image1\
abruzzo

 

Irpinia, Piemonte, Liguria, Umbria, Bosnia, Kossovo, Macedonia e Turchia, sono i scenari che hanno visto coinvolti i nostri volontari.

Un lavoro che richiede da parte dei volontari preparazione ed agiornamento, competenze che si acquisiscono attraverso la frequentazione di specifici corsi teorici e pratici.

Largo spazio viene lasciato ad esercitazioni, con simulazioni "sul campo", tese a sperimentare sinergie e interazioni tra Gruppi di diversa specializzazione: sanitari, radioamatori, cinofili, speleologi, antincendio etc.
Le esercitazioni si svolgono secondo un calendario preciso e possono avere carattere locale, cioè comunale o provinciale, oppure regionale o nazionale coinvolgendo anche Gruppi di altre nazioni
L'opera del volontariato è assolutamente gratuita, il legislatore ha provveduto a tutelare i volontari lavoratori: in caso di impiego nelle attività di Protezione civile essi non perdono la giornata, che viene rimborsata dallo Stato al datore di lavoro, pubblico e privato.

Un ruolo prezioso quindi, di vitale importanza, reso possibile dalla grande disponibilità dei nostri volontari offerta, ancora una volta, con l'obiettivo di aiutare la collettività.