Questo servizio è stato istituito a Parma nell'agosto 1988, primo caso in assoluto in Italia.

Operiamo sul territorio cittadino e in alcune zone limitrofe per dodici ore al giorno dalle 8.00 alle 20.00 per trecentosessantacinque giorni l'anno (la guardia notturna dalle 20.00 alle 8.00 è affidata alla Croce rossa con la Charlie 30).

La nostra città è divenuta base di elicottero sanitario e ciò ha comportato una modifica dell'operatività dei nostri mezzi. Inizialmente gli interventi avvenivano in luoghi anche distanti dal P.S. ora non è più necessario e la nostra attività si manifesta principalmente sull'area cittadina.

Il livello qualitativo è stato, e continua ad esserlo, utilizzando sempre nel team Medici Rianimatori e Infermieri Professionali.
L'automedica è chiamata a intervenire su invio della Centrale operativa 118, generalmente su codici rossi (gravi) ma anche gialli a seconda delle informazioni raccolte dall'operatore di centrale.

L'automedica interviene con un'ambulanza che effettuerà poi il trasporto in Pronto soccorso in quanto l'automedica è appunto un'auto, su cui quindi non può stare una barella. Il medico, se lo ritiene necessario, accompagnerà il paziente sull’ambulanza continuando le manovre di soccorso fino all’arrivo in ospedale.
Essendo un mezzo medicalizzato, l’automedica comprende sempre un rianimatore anestesista che può quindi effettuare manovre di rianimazione quali l'intubazione, somministrare farmaci ed effettuare diagnosi, cose che il personale dell'ambulanza non può fare quando interviene in autonomia.